Stornello 20.21

A me me parete già morti

Che per consolarve d’esse vivi

Ve dovete stranià nello shopping

Del centro e dei centri commerciali

Lividi come le facce vostre

Lividi come voi che senza ‘na cosuccia nuova

Nun ve riconoscete amore

A me me parete già morti

Straniti

Soffocati di spritz e di folle

Di mezzi morti tali e quali a voi

Ma che davero credi che quella maglietta

A undici e novanta farà di te un essere singolare ?

Costa poco perchè è per tutti

Tutti i coglioni come te coglione al singolare

A me me pari morto

Figlio bello

Morto de noia da molto tempo prima

De sta pandemia

Che tra le tante pecche c’ha pure quella

Di non saperseli sceglie

I morti

©2021 Copyright by Lorenza De Micco. All rights reserved.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...