Tú sí que vales

L’ultima fetta di torta

Lasciala a tuo fratello, tu sei più matura

I giochi sul pavimento

Raccogli anche i suoi, tu sei più ordinata

Il dieci in pagella, tu sei più riflessiva

Rientra prima, lui non ha da stirare

Lo aiuti coi compiti? Sei più responsabile

Il 30 e lode, hai avuto meno svaghi

Esci con le amiche? Io non ti basto?

Non ho fatto la lavastoviglie, tu la fai meglio

Lo stipendio è basso, ma se dimostra di saper fare

Il paese invecchia, fai un figlio anzi due

Io ci ho provato, ma piange, vuole te

Non dico che tu non sia brava, ma pensa a quanto costi all’azienda

Ma tu non lavori, io devo dormire

Cosa c’è per cena? Dov’è la camicia blu?

Ho bisogno che segui questo progetto, stringiamo i denti e portiamolo a casa

Sei troppo sentimentale, e io sono stanco

Non è il momento per chiedere un aumento,

L’azienda è in una brutta congiuntura

Non passi a trovare la tua mamma? Ho solo te

No, non riesco a passare io a scuola, ho una riunione

Alla presentazione manca qualcosa, puoi dargli un’occhiata tu stasera?

Non è il momento per un aumento, l’azienda ha fatto degli investimenti

Perché non ti curi un po’ di più? Devi imparare a valorizzarti

©2020 Copyright by Lorenza De Micco. All rights reserved.

4 pensieri su “Tú sí que vales

  1. Non so se ti salvi da sola, perché non sono certa che ci sia bisogno di salvarsi. Tu sei tu. Non c’è mondo fuori (né fratelli, né mamme o sorelle), non c’è mondo fuori che non sia stato partorito da dentro. Non ci sono idee, non c’è qualcosa da fare che sia fine a sé stessa. C’è un piano superiore che dobbiamo raggiungere, tutto quello che si fa per arrivarci è solo un gradino.
    Tu vali perché sei tu. Non c’è niente fuori che tu non abbia partorito. E amati come nessuno ti ha amata mai, perché (anche) così arriverà chi ti amerà come nessuno ti ha amata mai.

    E se lo scrivi diventa vero.

    Piace a 1 persona

  2. Ciascuno ha la propria storia, ciascuno il proprio cammino verso quel gradino e tutti gli altri che ci portano lì. Nella mia ci si salva. E da soli. Che vuol dire ci si ama. Come mai nessuno prima.
    E in questa storia tutto avviene scrivendolo.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...